Mercede, Francesca e Teresa Mundula

BELLO, BELLO
ANCHE IL MONDO DI QUAGGIÙ!
Letteratura e poesia
nella Cagliari del Novecento

Volume a cura di
Maria Crespellani e Franca Ferraris Cornaglia


Anno: 2007

Collana: I Griot Tascabili [16]

Formato: 12x20 cm

ISBN: 978-88-95462-02-8

Pagine: 296

Illustrazioni: 64

Prezzo: € 20,00

Argomento: Poesia


Il libro:
Nella Cagliari dei primi del Novecento le sorelle Mercede, Francesca e Teresa Mundula iniziano gli studi che le porteranno a ricoprire un ruolo di rilievo nel profilo intellettuale della città. Questo libro, attraverso le biografie e una scelta delle loro poesie in lingua italiana, offre una storia familiare contraddistinta da forti passioni culturali e civili.

Mercede, trasferitasi a Roma, collabora con giornali e riviste, cogliendo successi letterari al livello nazionale con libri di poesia e biografie di donne famose.

Francesca, si laurea a Roma al Magistero, diventa professoressa di Belle Lettere e di Pedagogia. Nel 1917 pubblica il suo primo libro Prigionieri politici del nostro Risorgimento che ha immediata presa nel clima fortemente patriottico. Francesca avrà una vita intellettuale lunga e intensa: poetessa e pittrice, amica di artisti e studiosi, tra i quali lo scrittore Giuseppe Dessì.

Teresa il cui marito, l’avvocato Luigi Crespellani, nel secondo dopoguerra diventerà sindaco di Cagliari e primo presidente della Regione Autonoma della Sardegna, si dimostra donna colta, spiritosa ed arguta, in linea con lo spirito di una forte cagliaritanità. Brillante scienziata in fisica sperimentale, giovane docente universitaria, abbandonata la ricerca scientifica per seguire la famiglia, sarà nella maturità poetessa di notevole spessore in lingua sarda.

Sommario
• Prefazione di Giovanna Crespellani
• Mercede Mundula (1890-1947) – Biografia – Mercede: la letteratura – Poesie inedite e postume
• Francesca Mundula (1892-1961) – Biografia – Francesca: pedagogia e filosofia – Poesie
• Teresa Mundula (1894-1980) – Biografia – Teresa: dalla fisica alla poesia – Poesie
• Tre poetesse per la Repubblica di Stefano Pira

 

© AM&D EDIZIONI
Vietata la copia e la distribuzione, anche parziale, senza la previa autorizzazione scritta.