Anna Castellino,
Anna Paola Loi

OLTRE IL CANCELLO
Storia dei manicomi di Cagliari
dal Sant'Antonio Abate al Villa Clara
attraverso le carte d'archivio

 


Anno: 2007

Collana: Carte di Santi e di Dannati

Formato: 17x21 cm

ISBN: 978-88-95462-04-2

 

Pagine: 160

Illustrazioni: 200 a colori

Prezzo: € 20,00

Argomento:
Storia


Il libro:
In questo volume, che apre per le Edizioni AM&D la collana «Carte di santi e di dannati», viene ricostruita con documenti, disegni e fotografie la storia inedita e sconosciuta dei manicomi di Cagliari.
L’antico ospedale cagliaritano di Sant’Antonio Abate ospitava in Sardegna i malati mentali fino a quando la Provincia di Cagliari non riuscì a creare la prima struttura psichiatrica moderna: un reparto nell’ospedale San Giovanni di Dio a metà Ottocento e, successivamente, il trasferimento nei caseggiati della località Is Stelladas e nella vicina tenuta sul colle di Villa Clara.
Agli inizi del Novecento la costruzione del nuovo manicomio di Villa Clara, fondato e gestito dall’Amministrazione Provinciale di Cagliari, su suggerimento del direttore Sanna Salaris, venne ispirata dai migliori modelli psichiatrici europei, e affiancata da un’azienda agricola con bestiame, orti, vigne e migliaia di alberi messi a dimora per volontà della provincia.
Le studiose e archiviste Anna Castellino e Anna Paola Loi hanno ricostruito con rispetto e partecipazione la storia rimossa dei sedicimila pazienti che vissero nei padiglioni e nei cortili di Villa Clara.
Il disagio psichico attraversa cartelle cliniche, progetti, disegni, fotografie, lettere dei parenti e lettere dei pazienti mai spedite: segni indelebili delle disperazioni e dei sogni dei reclusi in un’istituzione totale sciolta nel 1998, in seguito alla Legge Basaglia. I pazienti raccontano, con intensità commovente, la storia di chi varcava il cancello più bello della città dietro il quale si perdevano per sempre le identità precedenti di uomini, donne e bambini. Per rendere meno amaro il ricovero, che durava tutta la vita, il magnifico cancello concedeva l’ultima illusione quella che dava l’impressione, come scrisse il suo progettista, “di esser condotti in un locale di delizie, piuttosto che in una casa di salute”.

Le autrici:
Anna Castellino e Anna Paola Loi, funzionarie presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, da anni lavorano alla valorizzazione del patrimonio archivistico sardo, con pubblicazioni, mostre e altre numerose attività divulgative. In questo libro si sono avvalse della preziosa collaborazione degli psichiatri Maria Ferri e Giovanni Sanna.

© AM&D EDIZIONI
Vietata la copia e la distribuzione, anche parziale, senza la previa autorizzazione scritta.